TORNITURA DI GUIDO

il sito per imparare a tornire e migliorare con trucchi e suggerimenti forniti da Guido Masoero

Anelli in bubinga e bosso

Anelli in bubinga e bosso

Visto l’ interesse femminile per gli anelli, ho pensato di farvi vedere come li faccio io.

Si prende un piccolo pezzo di bubinga o di bosso di 3-4 cm di lato, si taglia un pezzo da 6-7 cm.
image001
Con un trapano a colonna si fa un foro a metà , ma spostato verso un estremo.
Il foro deve essere da 16 a 19 mm e poi con una punta conica si svasa ai bordi.
Se avete la cliente disponibile potete provare la misura e se serve allargare.
Inserite il legno nel mandrino con il foro verso l’ esterno.

image003
Dovete avere abbastanza spazio da poter tagliare verso il mandrino.
L’ asse del foro deve passare perfettamente per asse del tornio.
Cilindrate il quadrello e controllate che il foro sia in centro del cilindro.
Se non vi pare che le pareti siano identiche misurate con il calibro lo spessore.

image005
Se non sono perfettamente uguali mollate il mandrino e spostate leggermente in modo
che la parte spessa vada verso l’ esterno, poi ripassate e rimisurate , sino a che sono uguali.

Quando siete soddisfatti del centraggio, potete procedere a spianare la testata,
fare eventuale foro per inserire la gemma nella parte alta del ‘ anello.
Presentate la gemma nel foro prima di procedere.

image007
Potete sagomare adesso la parte alta intorno alla gemma e lucidare la zona.

image009

image011
Cominciate ad assottigliare la zona intorno al foro e con questo tipo di anello fate una sfera.
Deve essere quasi concentrica al foro per il dito.  Leggermente più sottile in basso.

image013

image015
Se vi piacciono gli anelli a testa diversa potete fare un cono e una mezza sfera.

image017
Quando la forma vi soddisfa passate alla lucidatura e finitura come vi piace.
Poi nel punto sottile alla base tagliate per staccare l’ anello.

Versione in bosso con perla o zaffiro

Anello1
L’anello è finito , si lucida e poi si taglia alla base.
Le prime volte fermate il tornio e tagliate con una sega, questa è l’ operazione più delicata
ed è facile rompere l’ anello durante il taglio o quando vi vola via e cade.
A parte fate un pezzo di legno che simuli il dito come dimensione.
Inserite l’ anello per incollare la gemma o quello che volete montare.

image019image021
Aspettate qualche ora che sia asciutto e lisciate e lucidate la parte bassa dove avete tagliato

image027

Quello al centro è in legno di bosso, la perla e i rubini sono falsi.

Cono

Per lucidare l’ interno del foro ed eventualmente allargarlo se stretto vi fate un cono.
Potete fare un cono di legno duro lungo una ventina di centimetri, dal lato grande adatto al mandrino.
Il cono va troncato in punta ad un diametro di 10 mm e sul lato grande di circa 20 mm.
Su questo cono attaccate una striscia di tela abrasiva in modo che si chiuda con la rotazione del tornio.
Questo cono vi servirà come alesatore per allargare il foro, se piccolo e per togliere eventuali difetti di foratura.
Se avevate passato la punta conica all’ inizio la parte da asportare per allargarlo è solo la centrale e si fa prima.
Cercate la modella, fate infilare gli anelli e fate le foto che le aggiungo qui al fondo.

image023image025anello3
Se non avete legno di bubinga anche un altro legno duro e robusto va bene.
Esempio palissandro o ebano del macassar

Annunci

Una risposta a “Anelli in bubinga e bosso

  1. Gianluigi 14 marzo 2014 alle 21:39

    Complimenti!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: