TORNITURA DI GUIDO

il sito per imparare a tornire e migliorare con trucchi e suggerimenti forniti da Guido Masoero

Tallonare

Molti mi chiedono come faccio a fare sempre pezzi belli lisci e lucidi.
La risposta è usare utensili ben affilati e con l’angolo di taglio giusto.
la cosa principale da imparare è come va posizionata la sgorbia sul legno.
Una sgorbia ha una superficie quasi piana dove è stata affilata.
l’ affilatura porta via del materiale sull’acciaio a piccole righe
la finezza di queste righe dipende dalla grana della pietra usata sulla mola.
la mola è a grana grossa esempio 60 grit, le righe sono larghe e profonde.
la mola è da 80 a 180 grit la rigature sono fini e adatte al tornio.
Oltre 180 grit pare che ci siano peggioramenti, le righe sono troppo fini
e lì affilatura diventa quella di un rasoio che ha pochissima durata sul legno.

Osservando con un microscopio il tagliente si vedrà che un lato è liscio e lucido.
Il lato affilato è fatto da piccoli solchi e il tagliente da tanti piccoli dentini.
Più la grana usata è fine più i dentini sono piccoli, se troppo piccoli e facile
che si rompano e in quel punto la sgorbia non taglia più bene.
La parte con angola acuto è quella che taglia e si chiama tagliente.
il lato opposto del’ affilatura è con angolo ottuso e si chiama tallone.

Sgorbie1t.jpg

Quando si avvicina la sgorbia al legno in rotazione si deve sempre toccare
prima con il tallone che non può tagliare nulla, poi con piccole rotazioni
si porta a contatto tutta la parte rigata dal affilatura e non taglia ancora nulla.
poi con un piccolo spostamento il tagliente tocca il legno e comincia ad asportarlo.
Il truciolo iniziale deve essere sottilissimo, come con una pialla a mano.
se si deve asportare più materiale una piccola inclinazione aumenta il taglio.
La parte affilata e rigata tocca contro il legno e lo liscia e lucida.
La parte tagliente della sgorbia deve essere un triangolo con spigolo perfetto.
Se lo spigolo del triangolo si arrotonda o si smussa la sgorbia non taglia più.

Evitare di fare forza per far tagliare ancora, ma affilare nuovamente,
Molti tipi di legno contengono silice, cristalli molto duri e abrasivi.
spesso la poca durata del filo è anche causa del legno abrasivo,
esempi di legni abrasivi sono l’ acacia, il noce Daniela e l’ azobe.

Angolo di affilatura del tagliente.
Le pialle e gli scalpelli da intarsio e scultura usano angoli molto più acuti.
Le sgorbie da tornio vanno da 30° a 50 gradi per li lavoro che è più pesante.
Più l’angolo è acuto, meno sarà la durata del’affilatura. Non esagerare.

Nel caso dei raschi e bedani l’ angolo va da 50° a 70° perche durino.
questi utensili non lavorano come una pialla con truciolo fine e lungo,
ma come una sega che gratta una piccola scheggia con ogni dente.
Se il legno è fibroso ogni scheggia lascia delle fibre strappate.
Sono piccoli peli che rendono ruvido il legno, se si usa una sgorbia
ben tallonata i peli sono tagliati alla base e piegati dalle righine.
Una leggere passata di tela smeriglio a grana fine lo lucida
e un velo di cera carnauba lo rende spendente come vuoi.

MacassarDB6

Piatto DB6 in ebano di macassar

Non pensate che il legno fresco o di potatura venga facilmente lucido.
Per ottenere dei buoni risultati si deve usare legno tagliato a tavole e
stagionato almeno 5 anni, le conifere non sono adatte al tornio.
I legno adatti devono essere con durezza almeno di 1500 Janka.

Un tornitore autodidatta in genere comincia con utensili non adatti e
di tipo economico comprati nei Brico, o scalpelli da falegname.
Questi si possono solo usare come raschi e non si impara a tallonare.

Però spesso si prendono brutte abitudini che sono poi molto difficili da correggere e spesso mi fanno perdere il doppio del tempo a insegnare il modo giusto.
Durante i miei corsi passo una giornata intera a fare vedere e correggere
le posture sbagliate di come tenere tallonata giusta la sgorbia.

Una sgorbia tenuta come uno scalpello si pianta facilmente e si incastra
nel legno in rotazione, facendo volar dal tornio il pezzo con grossi rischi.
Se l’ errore viene a pezzo quasi finito e sottile si rompe e vola in faccia.
La prima cosa da fare per imparare a tornire bene è comprare gli
utensili adatti e usarli in modo corretto di tallonatura.

Solo i raschi non si possono usare tallonati, perché devono lavorare
sempre con la punta tagliente rivolta in basso per non piantare.
I miei bedani per fare le prese mandrino sono affilati anche un po’
sul lato sinistro, che permette di allargare lo scavo alle misure esatte.

Bedano6x6.jpg

presa53.jpg

Annunci

6 risposte a “Tallonare

  1. mario 31 marzo 2018 alle 13:58

    ciao Guido, seguo sempre i lavori che invii tramite mail e come sempre ti faccio i complimenti, volevo chiederti se anche questo anno terrai il consueto incontro con gli amici tornitori e se ciò avverrà, a quando? ti ringrazio sono Mario di Brusasco la mia Mail è: mario.murer.hobby@mail.com a presto e auguri di buona Pasqua a te e signora.

    • tornituradiguido 31 marzo 2018 alle 14:34

      L’ undicesimo raduno tornitori , anche quest’ anno sarà l’ ultima domenica di maggio o la prima di giugno 2018, deciderò al’ inizio di maggio, la data precisa e faro un articolo per invitare che vuole venire a Rubiana

  2. giuseppe aloisio 4 marzo 2018 alle 20:06

    Buonasera signor Guido mi chiamo Giuseppe Aloisio, sono molto interessato alla tua spiegazione sulla tallonatura dato che io lavoro solo utilizzando raschi da me auto costruiti…. Ed soprattutto utilizzo un tornio che peggio non si può comunque ti allego qualche foto cosa giusto per farti vedere….

    • tornituradiguido 4 marzo 2018 alle 20:22

      I bedani si possono fare facilmente, ma si usano pochissimo.
      Io ne ho 2 uno per fare la presa mandrino e uno come troncatore.
      il resto dei miei 100 utensili sono quasi tutte sgorbie che sono
      molto difficili da auto costruire, meglio comprarle con acciaio di Sheffield.
      le foto mandale per email , sui commenti puoi solo allegare il link alla foto.

  3. Gabriele Ferretti 9 gennaio 2018 alle 17:06

    Buonasera sig. Guido ammiro i suoi lavori e i consigli che da. Mi sono avvicinato alla tornitura grazie a lei e messi in pratica ho avuto buoni risultati.Vorrei sapere la sua opinione sulle sgorbie TurnMaster Handled Carbide Cutters – ROBERT Sorby
    Grazie Gabriele

    Quelle non sono sgorbie ma solo raschi con inserto in widia.
    Mi sembravano troppo care e io ne ho fatte di simili senza spendere molto.
    Si usano poco perché sono da affilare con una mola per widia o CBN.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: