TORNITURA DI GUIDO

il sito per imparare a tornire e migliorare con trucchi e suggerimenti forniti da Guido Masoero

Libri per tornitori in legno

https://tornituradiguido.wordpress.com/2013/11/14/6640/

Penne tipo Empress stilo o roller

Questi kit comprati da Axminster in UK, mi sono sempre piaciuti e non sono cari.

Craftprokits Empress Pen Kits  Axminster  Code: 951809 per stilo, 
Codice  951810  per la roller  Codice 717582 per la coppia stilo roller
951810

Esempio di penna finita roller

Il kit è composto dai vari componenti e comprende 2 tubetti di ottone.
Per prima cosa si estraggono i tubetti e si misurano con un calibro.
Il tubetto grande è quello del tappo e  misura quasi 15 mm x 50 mm
Il tubetto piccolo e di 9,6 mm x 58 mm dove si innesterà il pennino.
Il foro nel legno deve essere qualche decimo in più per la colla.
Le punte necessarie vanno da 9.8 a 10 mm e da 14.8 a 15 mm.
I quadrelli da penne in commercio sono in genere da 19/20 mm di lato
e fare un foro da 15 mm si rompe e i crepa quasi sempre il legno.
Bisogna trovare dei quadrelli da 25×25 mm di lato per sicurezza.
Per il tubetto da 9,6 si può usare il solito da 20×20 mm, Io ho sempre grosse scorte di legno da penne di tutte le misure e ho preso 3 stecche lunghe da 25 mm e ho tagliato un pezzo lungo 53  mm, 3/4 mm più lunghe del tubetto da 50 mm.

empress1

paliss. rosa                                      Rad. carrubo                                  snakewood

Montato sul tornio il mandrino a griffe lunghe e il mandrino da trapano, messo il tornio a velocità bassa circa 400 giri e fatto il foro guida da 4 mm passante.
empress2
Allargato con una punta da 8 mm sempre con un soffio d’aria compressa per raffreddare la punta , se il legno si scalda le crepe sono sicure e si butta via il legno
Per ultimo ho messo le punte del diametro esatto e finito il foro.
E bene forare pochi mm , poi estrarre la punta soffiare via i trucioli e aspettare un momento che si raffreddi il legno, lo snakewood è un legno estremamente compatto e pesante e sarà quello che vi darà più problemi di crepe.  NON scaldatelo.

Quando tutti i fori sono fatti provate a inserire il tubetti che scorrano bene nel foro.

I tubetti sono molto lisci e è meglio dare una rigatura perché la colla prenda meglio,
Io mi sono fatto un pezzo di legno un po’ conico in modo da inserire il tubetto e passare la tela grana 100 sul’ esterno del tubetto per rigarlo bene.
empress3 Dopo aver controllato molto bene che non ci siano crepe si procede a incollare

La colla migliore per questi lavori su tubetti è la colla poliuretanica Titebond che è molto fluida e scorre bene nel foro, esempio  Titebond  venduta da Axminster.

Mettete una goccia nel foro e una sul tubetto, inserite il tubetto facendolo ruotare nel foro e poi avanti  indietro, controllando che la colla sia su tutto il tubo.
empress6

Dopo qualche ora la colla è asciutta e si possono rasare le testate del legno a raso del tubetto con il rasatore su un trapano a colonna o sul tornio. Nel caso del tubetto grande l’ asta del rasatore è molto piccola e non garantisce il centraggio, per evitare vibrazioni ho messo sul’ asta un anello di Corian per fare bene il centraggio.
empress4
La rasatura finisce quando si vede l’ottone e si asporta un pelo di tubetto.
empress5
Insieme ai kit Empress  dovete ordinare anche le boccole relative codice 951820
951820_xl
Montate il mandrino da penne sul  tornio e con le boccole fissate i legno.
empress10

Serrate bene la rondella di ottone e con una sgorbia pesante arrotondate i quadrelli
empress7

Il diametro del legno vicino alle boccole deve essere uguale all’ esterno della boccola empress11

E’ bene lasciare qualcosa in più che verrà asportato durante la lucidatura.
A tornio fermo passate un dito sul legno per sentire se ci sono difetti e poi procedete con la tela smeriglio da 240/320/400/600/1000 grit, oltre non serve.
Il legno dovrebbe già essere bello lucido e liscio, per applicare la finitura.
La finitura delle penne oltre a farle belle lucide deve essere resistente al maneggio.
Le mani possono essere un po’ sudate o  sporche e la penna non deve diventare subito opaca, vedi pagina finiture per decidere la vostra.

empress14A questo punto potete smontare i 2 pezzi finiti e fare il montaggio finale.

Mettete i vari componenti come in foto per vedere che sia tutto giusto.
empress16
Le parti da montare si piantano nei tubetti  sino a raso e senza fessure, è necessaria una certa forza per farli entrare, prima controllate bene che non ci siano residui di colla all’ interno del tubetto, eventualmente pulitelo,  se nel tubetto c’è colla il tubetto potrebbe dilatarsi e crepare il legno.

Per piantare non usate il martello ma l’ apposito attrezzo o un trapano a colonna.

La spinta deve essere graduale e ben controllabile, potete anche usare il tornio spingendo dalla contro punta.
Per spingere senza rigare i pezzi mi sono fatto 2 spingitori in legno duro
Da un lato entrano di qualche mm nel tubetto  dal’ altro lato nel mandrino del trapano.

empress15
Per primi ho montato i  tappi con il tubo grande , poi sul tubo piccolo

Controllate che sia tutto giusto e avvitate il refil o il pennino, la penna e finita e si può provare a scrivere,

empress24empress226

Attenzione alla molla da inserire dietro al refil per il molleggio. non perderla.

Sulla stessa penna si può mettere o cambiare il tipo di scrittura.
empress20
empress19

Se avete bisogno di quadrelli maggiorati per penne provate a chiedere per email a

masoero.guido@gmail.com

 

 

Velocità del tornio

Molti si chiedono quali siano le velocità ottimali che deve avere un tornio per legno.
Questo spesso prima di comprarlo per decidere quale modello prendere.
La velocità minima è bene che sia piuttosto bassa e la massima molto alta.
Ma questi sono termini generici e dipendono anche dalle dimensioni del tornio.
La velocità periferica adatta alla tornitura è intorno ai 10 m/sec 36 Km ora.
Basta misurare il diametro esterno del pezzo da tornire e fare il calcolo come tabella.
tabella
La velocità da usare in pratica non è quasi mai quella calcolata, ma dipende da molti fattori, se il pezzo di legno è molto pesante esempio oltre il 10-15% del peso del tornio o è sbilanciato la velocità deve essere molto bassa per evitare vibrazioni e saltelli del tornio.

Dalla mia esperienza la velocità sotto ai 200 giri non si usa mai e serve solo per verniciare un pezzo in lenta rotazione senza schizzi.

Se il legno è piccolo, come esempio una penna, la velocità di tabella è troppo elevata che nessun tornio è in grado di fare, si usa la velocità massima del tornio possibilmente oltre 3000 giri.

Da questi dati capirete perché avevo comprato il tornio Jet 1220VS nel 2011 da Axminster.

Era l’unico tornio che avesse tutte le velocità che io volevo e anche oltre.
I torni moderni sono oramai quasi tutti con regolatore elettronico di velocità.  In molti casi lo stesso tornio è venduto con solo cambio a cinghie, questo comporta un piccolo risparmio sul variatore e montano un motore asincrono che costa  meno.  I modelli recenti di nuovo progetto sono tutti con la regolazione in continua, possono avere un motore in CC e azionamento PWM o con inverter e motore asincrono.

Il grosso vantaggio è la possibilità di variare la velocità senza fermare il tornio.  Esempio se fate un grosso piatto sul bordo andate piano e mentre vi avvicinate al centro aumentate gradatamente sino a fare la presa mandrino a velocità molto alta.  Anche con la regolazione elettronica ci sono sempre almeno 2/3 pulegge che Permettono di regolare la coppia motrice  in modo di avere più coppia con pezzi pesanti.

La tabella prevede velocità d 5 a 20 metri al secondo, quando fate la sgrossatura è bene usare la velocità bassa per avere meno colpi sulla sgorbia, in finitura per fare il legno bello liscio e lucido è meglio velocità alta con  asportazione molto leggera in modo di fare trucioli molto sottili e lunghissimi.

Alcuni torni  di varie marche sono di concezione molto antica e regolano quasi in continua senza dover fermare il tornio, ma la regolazione è molto scarsa da 500 a 2000 giri. Valex GV900,Fervi 751/758,Holzmann MC1100, etc
Sono con il cambio a pulegge coniche (Variomatic) che è poco efficiente e rumoroso.
Si riconoscono dalla leva montata sul davanti della testa motrice, sono da evitare perché di concetto obsoleto.

 

Raduno tornitori 2018 al 3 giugno

Prossimo raduno tornitori 3 Giugno 2018, orario dalle 8,30 alle 18,30 Prenotate per Email masoero.guido@gmail.com scrivendo nome e cognome, quanti siete, il paese di provenienza, telefono.   Pranzo previsto in loco, ognuno porta qualcosa e si condivide. Le mogli non truciolatrici possono fare passeggiate
L’ invito è aperto anche ai non piemontesi, se siete veneti o liguri o calabresi siete benvenuti.
Chi è interessato al corso di affilatura sgorbie è dalle 9,00 alle 10,00

Raduno15n

Se venite mandate una mail con nome e cognome, quanti siete, il paese di provenienza, telefono e ora prevista di arrivo.

 

Attenzione che spesso il navigatore vi fa fare la provinciale 197 che è molto stretta e brutta, ma 100 metri più corta
Si prega di non prenotare com messanger, facebook o telefono, ma solo per email.

La mia mail è masoero.guido@gmail.com 

Prova mandrino BSW ZZ100 B

Mi è arrivato in prova un mandrino da Bricosergio.com

Tipo BSW ZZ100 B costo attuale 320€ molto simile al VM100 Vicmarc
Arrivato in una grossa cassetta metallica con separatori di spugna

Mandrino1

Leggi il resto dell’articolo

Prova mandrino BSW ZZ100 S

Mi è arrivato un mandrino da Bricosergio.com
Tipo BSW ZZ100 S, penso che sia il più bel mandrino su quel sito.
Le misure e le griffe sono simili al VM100 Vicmarc e intercambiabili.
Si presenta in valigetta metallica di bel’ aspetto.  Prezzo   attuale 260€
DSC_0041
Aperta la valigetta si vedono i vari componenti imbustati e ben sistemati
mandrino1

Leggi il resto dell’articolo

Torni piccoli da banco

Aggiornato la pagina torni piccoli da banco con prezzi e link recenti

https://tornituradiguido.wordpress.com/torni-piccoli-da-banco/

Tallonare

Molti mi chiedono come faccio a fare sempre pezzi belli lisci e lucidi.
La risposta è usare utensili ben affilati e con l’angolo di taglio giusto.
la cosa principale da imparare è come va posizionata la sgorbia sul legno.
Una sgorbia ha una superficie quasi piana dove è stata affilata.
l’ affilatura porta via del materiale sull’acciaio a piccole righe
la finezza di queste righe dipende dalla grana della pietra usata sulla mola.
la mola è a grana grossa esempio 60 grit, le righe sono larghe e profonde.
la mola è da 80 a 180 grit la rigature sono fini e adatte al tornio.
Oltre 180 grit pare che ci siano peggioramenti, le righe sono troppo fini
e lì affilatura diventa quella di un rasoio che ha pochissima durata sul legno.

Leggi il resto dell’articolo

Lavori fine 2017

1491 Bacchette ebano21491 Coppia di mazze da tamburo in ebano con nome lasergrafato1491 bacchette ebano1

1492 Piatto Raceday Pirelli in ulivo da 46 cm

1492 Piatto1cc (1)

1492 Piatto Raceday in ulivo da 46 cm

1492 Piatto ulivo1 (1)1492 Piatto ulivo1 (2)

Leggi il resto dell’articolo

Lavori 2017

Lavoretti inizio 2017

Lavoretti fine 2017

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: