TORNITURA DI GUIDO

il sito per imparare a tornire e migliorare con trucchi e suggerimenti forniti da Guido Masoero

Ciotole grandi

Ciotola grande in acero

Livello difficoltà 3

Si comincia con un bel pezzo di legno spesso e di dimensioni adeguate al tornio.
Io ho preso un pezzo di acero spesso 12 cm e con 45 cm di lato.
Con la sega l’ho arrotondato e ho smussato lo spigolo in basso.
Poi l’ho avvitato sul piattello e montato sul tornio.
Dato che il legno era grande e pesava 15 Kg, ho usato il tornio grande.
Il piattello viene avvitato nella parte che verra scavata, per eliminare i fori delle viti.
Ho cominciato la sgrossatura con una sgorbia a scavare da 16 mm, la ritengo più adatta per il  legno con fibra traversa all’asse.
La velocita impostata all’inizio era di 250 giri, aumentata gradatamente sino a 400 giri minuto.
La sgrossatura procede con la sgorbia tallonata bene, per non fare grattate.
Quando i segni della sega sono praticamente scomparsi,  si da la forma esterna definitiva.
Poi ho fatto una presa mandrino profonda 5 mm di 90 mm di diametro.
Prima di togliere il piattello è bene sempre provare che il mandrino entri nella presa.
Con tela smeriglio da 150 a 600 grit ho lisciato l’ esterno e il fondo.
Quando è stato bello liscio, ho passato un velo di cera carnauba e stesa con uno straccetto di cotone.

Ho smontato il piattello e montato il mandrino DP95, con griffe grandi in espansione per fare pezzi grandi ho fatto una chiave lunga con 2 barre di ferro quadrate, saldate a 90°.
Controllato che il legno girasse perfettamente centrato prima di stringere a fondo il mandrino.
Dopo una prima spianatura sul lato da scavare si faranno 3 passaggi di scavo profondi circa un terzo del previsto ho fatto un foro conico al centro con la sgorbia a scavare profondo 3 cm.
Poi sempre con la sgorbia a scavare lo ho progressivamente allargato.

Sino a raggiungere quasi il bordo lasciando lo spessore del bordo.

Quando il bordo ha raggiunto circa un cm di spessore, ho rifatto un altro foro conico profondo 3 cm e progressivamente allargato.

 
Quando il bordo è di un cm e profondo 5-6 cm, è bene cercare di finirlo, lisciarlo e non toccarlo più.
Una ciotola deve avere uno spessore proporzionale alle dimensioni esterne, e con 45 cm un cm è la misura giusta.
 
Nel terzo passaggio non ho fatto il foro conico, ma ho laciato un cono tronco sporgente, serve a ridurre le vibrazioni.
Questo cono si potrà eliminare dopo aver finito il raccordo tra bordo e fondo.
Nella foto seguente potete vedere che lo scavo è praticamente finito e il cono centrale di circa 15 cm di dametro c’è ancora.
Se la ciotolona sarà usata come porta frutta è possibile lasciare un cratere centrale per appoggiare un melone.

Quando l’ altezza dei trucioli super il metro il pezzo e finito e si passa alla lucidatura. Il filtro Jet, in alto, raccoglie la polvere.

Foto del pezzo finito diametro 45 cm altezza 11,5 cm cratere diam. 12 cm peso 1,9 Kg.

Annunci

10 risposte a “Ciotole grandi

  1. Giuseppe 6 febbraio 2016 alle 07:22

    Salve Guido,
    complimenti per il suo fantastico sito!
    Vorrei chiederle un consiglio se possibile, ho la necessità di tornire dei dischi in legno di raggio 35cm quindi 70cm di diametro, di multistrato spessi 6cm. Vedo che i torni da hobby in vendita sono adatti a piccoli diametri e grandi lunghezze, esattamente il contrario delle mie necessità. Avendo poco spazio a disposizione le chiedevo se esite una soluzione economica per le mie esigenze. Non posso permettermi un tornio lungo un metro e mezzo e magari pesantissimo e costoso per poi tornire un disco spesso 6cm.
    Cosa mi consiglia per questo?

    Grazie mille

    • tornituradiguido 6 febbraio 2016 alle 08:17

      Un tornio economico (250-500€) puo tornire al massimo 25-30 cm di diametro.
      La lunghezza ha poca influenza sul prezzo, basta aggiungere una prolunga.
      Sul tornio è bene che il peso del legno non superi il 10-12% del peso del tornio.
      Su un tornio da 50-60 Kg si può lavorare una gamba di tavolo da 10x10x80 cm
      (che pesa non più di 5-6 Kg) senza grossi problemi.
      Sul diametro la cosa è diversa, la potenza del motore va proporzionata
      al diametro, se con un CV si fa un piatto da 30 cm per fare un 50 cm ne servono almeno 2CV
      Un pezzo da 70 cm spesso 6 cm pesa circa 25-30 Kg e serve un tornio da almeno 200Kg
      e con un motore da almeno 3 CV come esempio il mio Vicmarc VL300
      Con questo tornio ho fatto dei pezzi di un metro di diagonale e peso sui 20-25 kg.
      Legno compensato da 70x70x4,5  cm
      Se non ne deve fare tanti può venire in primavera a Rubiana che li facciamo insieme.

  2. Giuseppe 6 febbraio 2016 alle 07:16

    Salve Guido,
    complimenti per il suo fantastico sito!

  3. Lorenzo Raffa 31 gennaio 2014 alle 07:51

    Salve sig. Guido, sono un principiante del tornio, ma nello stesso tempo anche molto appassionato,
    mi accingo a fare qualche lavoretto, mi piacerebbe imparare quest’arte,purtoppo abito lontano ad Arezzo.
    Complimenti per il sito e naturalmente per i suoi lavori
    Saluti.

  4. Leonardo Rago 17 giugno 2013 alle 06:48

    complimenti Guido- molto molto bravo

  5. pasquale palma 29 novembre 2012 alle 14:49

    complimenti guido è bravissimo vorrei tanto imparare da lei .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: