TORNITURA DI GUIDO

il sito per imparare a tornire e migliorare con trucchi e suggerimenti forniti da Guido Masoero

Scodelle offset

Livello difficoltà 4
Questo articolo vi illustro come fare al tornio un oggetto di forma comune, ma con aspetto diverso.
La tecnica usata è un incrocio tra la tecnica ad anelli e il sistema a  laminato.

Per fare questo lavoro  sono necessari un tornio piccolo o medio con mandrino , una sega a nastro e un pialla Filo e spessore, utile anche una piccola calibratrice per tornio a tela abrasiva per lisciare le tavole.
Gli utensili usati sul tornio sono un troncatore auto costruito, e un paio di sgorbie, prodotti di finitura.

Usate  2+2 tavolette di legno con colori in forte contrasto, nel esempio vedete un pezzo in bubinga e uno in acero bianco marezzato.
Scodelle Offset 1dimensioni 31x15x4 cm cadauna.

Le tavolette vengono segate a metà spessore in modo di avere 8 tavolette spesse 17-19 mm circa.
Scodelle Offset 2Questa operazione va fatta con una sega a nastro.

Le 8 tavolette vanno piallate a filo e a spessore di 15 mm e devono essere tutte eguali.
Scodelle Offset 3
NOTA. Potete anche usare solo 2 pezzi di legno lunghi 15 cm, ma spessi e tagliati con la sega a nastro, poi piallati, ma è più comodo e sicuro piallare pezzi più lunghi che non pezzi da 15 cm.

Sono poi segate a metà e sovrapposte alternate in modo di formare un cubo.
Scodelle Offset 4Si scelgono le 10 migliori e si tengono le altre 6 di scorta.
E bene rifilare le tavolette tutte eguali in modo che il cubo sia il più possibile esatto.
In base allo spessore che avete ottenuto con la pialla rifilate i lati di conseguenza per fare il cubo.

Quando avete il cubo pronto misurate i lati  e fate un disegno simile a questo.
Scodelle Offset 5I lati del quadrato sono 15 cm, e  il cerchio interno è di 12 cm di diametro
Le misure non sono impegnative e il numero degli starti può variare da 8 a 16.

A questo punto numerate le tavolette per poter ricomporre il cubo con le tavolette sempre nella stessa posizione e con la fibra del legno a strati incrociati.

Adesso dovete tagliare la parte centrale delle tavole in modo da ottenere la sfera cava interna.
I metodi che si possono usare variano a seconda della attrezzature che avete a disposizione.
Si deve tagliare un disco  con inclinazione variabile sulle 8 tavole centrali.
Si può fare con il tornio o anche con un traforo o un seghetto alternativo a pendolo.
Per farlo con il tornio serve un troncatore sottile e un mandrino.

Il taglio del disco centrale è illustrato con due sistemi diversi di fissaggio.

 1° sistema.

Con un trapano a colonna fate un foro al centro, profondo 5 mm con una punta Fostner.

Scodelle Offset 6Il diametro del foro deve essere un po’ più grande delle griffe mandrino che avete.

Montate il legno sulle griffe in espansione, controllate che giri in piano, facendo un segno con una matita, sul pezzo che gira.
Fermate il tornio e controllate il segno, se il cerchio è completo il legno è in piano, se il segno è sono una parte di cerchio, allentate il mandrino e provate a spostarlo, sino a che giri in piano.

Tracciate con la matita il cerchio sul diametro che volte tagliare, lasciando un paio di mm in abbondanza per compensare gli errori.

Nel frattempo vi dovete preparare un troncatore tipo questo.
Scodelle Offset 10
Comprate una bacchetta di acciaio al cobalto Impero, di sagoma trapezia da 10×3-4 mm, lunga 200 mm, la vendono tutti i negozi di utensileria, come utensile per torni da ferro, costa circa 10-15 €

Per la ferrula (anello metallico) potete usare un pezzo di tubo lungo 15 mm. Vanno bene sia i tubi per acqua che tubi in allumino e ottone, di diametro da 18 a 20 mm.

Il manico può essere molto sagomato e in legno prezioso, ma funziona ugualmente in legno qualunque, di forma cilindrica e con punta arrotondata.

Dovete affilarlo da 70° a 75° e fare un po’ di punta per piantarlo nel manico.

Regolate il poggia utensile circa sul’ asse del tornio a un cm da legno, e tenendo il troncatore inclinato con la punta una decina di gradi verso il basso, vi segnate il punta da tagliare.

Controllate il diametro e l’ inclinazione del troncatore, per tagliare la sfera interna.

Se la sfera è un po’ piccola potete sempre riprenderla e allargarla, se un solo anello è troppo largo poi rifate tutto, per non lasciare il salto che verrebbe nell’interno.

Sulle tavole 2 e 9 potete anche solo scavare con la sgorbia  la zona centrale senza passare dal’ altra parte.

Se avete una luce regolabile, mettetela dietro al legno,  quando il taglio è vicino a sfondare sul’ altro lato, cominciate a vedere la luce, prima rossastra poi sempre più chiara, prima che diventi bianca fermate il tornio e staccate il pezzo a mano.

Se il taglio è inclinato verso l’ interno, il pezzo tagliato cadrà verso il mandrino.

2° sistema.

In alternativa se preferite potete montare le griffe di ripresa e tagliare l’ anello con quelle, il legno quadrato viene preso bene e in modo sicuro,  unica avvertenza , inserite un foglio sottile di legno dietro al pezzo da tagliare, per evitare di rigare le griffe con il troncatore.

Quando avete tagliato tutti i pezzi previsti, provate a comporre le  2 semi sfere secondo l’ordine previsto.

Se avete fatto i tagli in modo corretto dovrebbe avanzarvi una serie di pezzi per fare una piccola sfera.

Incollate le tavole seguendo la numerazione prevista e aspettate che la colla asciughi.

Pezzi prima di incollare

Incollatura deiprimi pezzi

Incollatura finale

Pezzo con la diagonale

Con la sega a nastro tagliate lungo la diagonale in modo di ottenere 2 triangoli, poi usando la guida tagliate lo spigolo in modo che il triangolo possa appoggiare con lo scavo in alto.

Tracciate il cerchio tangente il lato stretto per rifilare e ottenere circa un pezzo tondo.
Scodelle Offset 30Pezzi rifilati quasi tondi pronti da sgrossare.

Il legno va montato sul mandrino per sgrossare la sfera esterna, se il tagli è fatto bene il fondo sarà già in piano e parallelo alla base. Su questo piano potete fare una presa mandrino o incollare un martire.

La presa mandrino vi servirà poi per inserire la base della scodella.

Il martire va incollato con la colla sulle due parti e con interposto un pezzo di carta da fotocopiatrice.

A sinistra l’ incollature del martire , al centro in tornitura  a destra potete vedere la riga bianca della carta.

Utilizzando la presa mandrino o il martire potete rifinire sia l’ interno che l’ esterno delle scodelle.
Per fare l’ interno perfettamente sferico potete prepararvi un disco di legno del diametro esatto.
Sul bordo del disco fissate o  incollate della tela e lo mettete dentro alla scodella facendolo girare a mano.
Vi verranno segnati tutti i punti sporgenti da ritoccare, ripetete l’ operazione sino ad avere la sfera perfetta.
Quando l’ interno è finito ripassate con la sgorbia da dettaglio l’ esterno sino a portarlo a spessore costante.

Se il martire non vi piace, basta infilare una lama di coltello nella riga bianca e il martire si stacca.
La carta interposta si divide in mezzo e il fondo rimane solo con un velo di carta.
Usando un paio di dischetti ritagliati facendo la sfera interna potete farvi la base.

La base può essere incollata al posto del martire e rifinita sul mandrino di ripresa.

Oppure se avevate fatto la presa mandrino fate un tenone sulla base che si incastri nella sede.

2 risposte a “Scodelle offset

  1. Carozzi Edoardo 26 febbraio 2013 alle 21:28

    E’ da qualche giorno che ho scoperto questo tipo di lavoro, sono un pensionato, 67 anni, ho sempre lavorato il rame, ho un vecchio tornio meccanico e vorrei provare a tornire qualcosa di semplice. Non ho sgorbie, avrebbe qualche consiglio da propormi? Ad esempio macchinari occorrenti o legnami. La ringrazio anticipatamente

    • tornituradiguido 26 febbraio 2013 alle 22:25

      Un tornio da ferro , se è piccolino si può usare per fare penne.
      E si usa lo stesso tornio per farsi il mandrino e le boccole.
      I mandrino dei torni da ferro hanno pochissima tenuta sul legno,
      Bisognerebbe cambiarlo con uno adatto per il legno, vedi mandrini.
      Per fare cose tipo le scodelle offset ci vuole anche una sega a nastro
      e una pialla fili/spessore per poter assemblare i vari pezzi.
      Guido

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: